Archivio Categoria: MONDO&MONDI

LA LIBERTA’ DI NON PROVARE PIETA’ PER RAISI

Si può non provare pietà per una persona che muore? Si può. Io il presidente iraniano Raisi lo conoscevo, come lo conoscevano tutti. Ogni volta che ho pensato alle vessazioni, alle torture, alle esecuzioni nei confronti degli uomini e soprattutto delle donne iraniane, ho anche pensato che il presidente iraniano lo conoscevo. Ho pensato che le vessazioni, le torture e le condanne a morte fosse […]

DELIRIO PASSWORD: PRESTO TOCCHERA’ AL ROBOT DIMOSTRARE DI NON ESSERE UN UOMO

Il grande Sigmund postulò l’esistenza dell’inconscio anche a partire dallo studio dei lapsus. Sommariamente, questi errori, piccoli inciampi nel linguaggio verbale o dimenticanze nel compiere un’azione, non sarebbero casuali, ma possono rivelare l’emergere di inaspettati e importanti significati inconsci. Il buon maestro, avendo vissuto più di un secolo fa, non ha avuto modo di imbattersi nelle password e meno male, altrimenti tutta la teoria psicanalitica […]

SU CON LA VITA: INVECCHIARE E’ DIVENTARE PIU’ INTELLIGENTI (FORSE)

A Jules Renard, autore di quel “Pel di carota” che nessuno sembra leggere più, forse perché mancante del dolcificante della consolazione, ingrediente oggi considerato indispensabile, dobbiamo parecchi buoni aforismi. Uno su tutti: “Vecchiaia è quando si incomincia a dire: Non mi sono mai sentito così giovane”. Aveva ragione da vendere, Renard. La vecchiaia ci sorprende quando consideriamo con assurda serietà un’impresa evidentemente impossibile, ovvero correre […]

NESSUN VOLTAFACCIA, PER SEMPRE GRAZIE AI VACCINI

Dunque siamo stati tutti stolti e avventati a volerci vaccinare appena si è presentata l’occasione. A seguito delle ammissioni relative al vaccino AstraZeneca, secondo le quali c’era effettivamente una possibilità di innescare o favorire trombosi in alcune persone, il popolo no-vax ha rispolverato immediatamente le proprie bellicose rimostranze, mai realmente accantonate in verità. Loro ce l’avevano detto, chi in nome di una presunta libertà, chi […]

MA CHI HA DETTO CHE CHI PUBBLICA DI PIU’ E’ PIU’ BRAVO

L’idea di valutare i ricercatori e gli accademici in base alla qualità delle loro pubblicazioni scientifiche in sé è corretta. Si presume che uno scienziato bravo produca ricerche mentre quello meno bravo pubblichi meno. Tuttavia, ottenere cattedre, finanziamenti per ricerche, incarichi in base (non solo, ma in modo rilevante) alla quantità di pubblicazioni è un sistema che ha creato molte storture. Può sembrare una questione […]

SCUSA SE SONO BIANCO

Nel 1966 Mao Tse-dong lanciò quella che è passata alla storia come “Rivoluzione culturale”. Un movimento che, nelle intenzioni del Timoniere, doveva mettere in discussione la leadership cinese a ogni livello, dal Partito alle università, dalle fabbriche ai Comitati locali, per ripulirla da ogni traccia di reazione controrivoluzionaria. Chiunque ricopriva un ruolo di responsabilità si trovò sotto accusa e dovette rispondere delle sue presunte attività […]

UN’ALTRA OMBRA TENEBROSA SULLA RUSSIA DI PUTIN

Se, la prima volta, fallisci, ritenta: sarai più fortunato. Questa potrebbe essere la logica per cui Aleksej Naval’nyj ha perso la vita, nella prigione di Kharp, dove stava scontando una condanna a 19 anni. La prima volta, quattro anni fa, era stato avvelenato, probabilmente con il Novichok, ma se l’era cavata. Stavolta si parla di trombosi, ma non ci crede nessuno: secondo i parenti, Naval’nyi […]

HONG KONG E CINA, QUELL’AUTOGOL DI MESSI

Se qualcuno, per caso, ancora pensasse che lo sport nulla ha a che vedere con la politica, prego accomodarsi da questa parte. E seguire l’esondazione di articoli che i media di tutto il mondo stanno dedicando alla querelle Lionel Messi-Hong Kong. In breve: l’Inter Miami, squadra prescelta da Messi dopo l’addio al Paris Saint Germain, è impegnata in un tour asiatico. Una delle tappe, pare […]

PERCHE’ IL VOTO A TAIWAN E’ ANCHE UN NOSTRO VOTO

Le elezioni in programma nel wek-end a Taiwan possono essere prese a esempio ancora prima che una sola scheda sia stata depositata dell’urna. Sono un esempio, e una rappresentazione ideale, dello stato in cui versa la democrazia: non solo in Oriente, ovunque. Oltre 19 milioni di abitanti dell’isola votano, come scrive il sito Asia.Nikkei.com, in quelle che possono essere considerate “le uniche elezioni libere e […]

IN EUROPA DOVREMMO MANDARCI I MIGLIORI, NON LE SCARTINE

Fra 5 mesi si vota per il nuovo parlamento europeo e, in molte parti d’Italia, per i consigli comunali e per alcune regioni. Il quadro delle candidature non è completo, e questo per adesso è comprensibile. Quello che è più strano è che il dibattito ferve più intorno al livello locale che a quello dell’Unione. Nella mia città, Bergamo, per esempio, ma non è l’unica, […]

L’UMANITA’ DEL MEDICO ADESSO SI CHIAMA MEDICINA NARRATIVA

Ovviamente credo nell’importanza della comunicazione tra operatori sanitari e pazienti, così come so che una moderna medicina non deve curare solo le malattie ma le persone, ponendo attenzione anche agli aspetti emotivi e relazionali connessi al trauma della malattia. Se non fosse così rinnegherei tanti anni di lavoro. Eppure trovo eccessive alcune semplificazioni. Prendiamo ad esempio il caso di questa nuova tendenza della “medicina narrativa”, […]

MASTERCHEF DEL GATTO IN TAVOLA

A occhio e croce, ne ha ammazzati 18.000: una media di 300 gatti al mese per 5 anni. Non un crudele serial killer, ma un ristoratore vietnamita che serviva le sue vittime a tavola: sul menu comparivano come tihitmèo, carne di gatto, o il più sofisticato thieuho, piccola tigre. Un bel giorno però PhamQuocDoanh si è stufato, corroso dal rimorso, anche perché buona parte dei […]