Archivio Categoria: PSICHE&VITA

L’AMORE IMMENSO SECONDO MARCO GIALLINI

Quante volte cerchiamo di definire l’amore. Quante volte leggiamo articoli o ascoltiamo trasmissioni in cui i tecnici della mente e dell’animo umano catalogano questo sentimento, cercando di inquadrarlo dentro categorie scientifiche. Poi dalla vita vissuta arrivano testimonianze come quella di Marco Giallini, attore di successo, attore popolarissimo, che però dal 2011 si porta dentro un carico pesantissimo. Raccontando la sua storia, improvvisamente l’amore si manifesta […]

I RAGAZZINI E IL SUICIDIO, L’ANTIDOTO MIGLIORE E’ PIU’ CULTURA UMANISTICA

Alcune considerazioni a margine della triste vicenda della morte di un tredicenne a Gragnano. Intanto, scopro che io stesso ho difficoltà a rispondere alla domanda: “A 13 anni cosa si è?”, Un bambino, un ragazzino, un adolescente? E’ il segno di una distanza, ma anche di un’incapacità a comprendere i fenomeni della vita. Tornando all’attualità, è possibile che si tratti di suicidio e non di […]

CONSIDERARE PIU’ BELLA LA VITA SENZA FIGLI

Anche nel nostro Paese sono in aumento le persone, donne ma anche uomini, che decidono liberamente di non avere figli. Si tratta del movimento “childfree” ed il tema, riguardando un’area molto intima delle persone, è molto delicato ed è connesso a molte sfaccettature, da quelle psicologiche a quelle economiche, culturali e sociali. Le persone childfree percepiscono una più o meno velata critica collettiva alla loro […]

ALLA LARGA DAGLI ARTISTI, SONO SEMPRE PEGGIO DELLE LORO OPERE

Qualche anno fa ho conosciuto i libri di una giovane scrittrice e ne sono rimasto conquistato. Ho apprezzato e letto con ammirazione i suoi testi. Poi, un po’ di mesi fa, ho scoperto che la scrittrice (di cui non dirò il nome) aveva un profilo Fb e ho iniziato a seguirla. Nel tempo, dopo aver letto i suoi post, sono rimasto deluso da riflessioni che […]

MALATO ONCOLOGICO, NON FARE DOMANDE

La Direzione ha fatto subito rimuovere gli avvisi “folli” apparsi nella sala d’attesa dell’Oncologia del Policlinico dell’Università Federico II di Napoli. Nei giorni scorsi il giornalista Peppe Del Bello di “Repubblica” ha pubblicato le foto dei due avvisi, rivolti agli utenti dell’Oncologia, in cui nel primo era fatto divieto di chiedere quante persone fossero in fila in attesa di essere visitati. Il secondo precisava che […]

IN GUERRA E NELLE LITI, E’ LA PASSIONE A IMPEDIRE UN ACCORDO

Sta facendo molto discutere un originale articolo di Domenico Quirico, apparso nei giorni scorsi su “La Stampa”, di cui suggerisco la lettura integrale. Da alcuni, secondo me in modo profondamente errato, le tesi del noto giornalista sono state addirittura considerate “filoputiniane”. La tesi di fondo di Quirico è che l’abilità di Zelensky consiste nell’aver compreso che i popoli e, di conseguenza, i loro leader agiscono […]

COME FA UNA MAMMA A DIVENTARE L’ASSASSINA PIU’ CRUDELE

La tragedia della piccola Elena riporta all’attualità il tema del figlicidio. E’ quanto di più terribile possa accadere. I genitori, ovvero il punto di riferimento educativo più importante, la maggiore sicurezza a cui affidarsi, le figure che devono garantire protezione e rassicurazioni, all’improvviso si trasformano in aggressori violenti, fino al punto di provocare la morte dei loro figli. Sono eventi rari, ma non rarissimi, essendo […]

CORSI ANTISTRESS PER LA MATURITA’, MA LO STRESS FA PARTE DELLA MATURITA’

Una scuola di Firenze, per sconfiggere l’ansia da esame di maturità, ha promosso un’iniziativa denominata dagli studenti “Corso antistress”. Pare che quasi tutti i ragazzi delle quinte si siano iscritti e che il successo degli incontri sia assicurato. Ma non stiamo forse esagerando? Come abbiamo fatto noi delle vecchie generazioni a cavarcela, quando magari vi era pure maggiore severità, sia a scuola che in famiglia? […]

I GIOVANI E IL COVID, ADESSO PERO’ BASTA TRATTARLI COME REDUCI DI GUERRA

Gli anni rubati, un titolo che pare un classico e invece è un tormentone. Sia pure sommaria, una ricerca in rete permette di fare una scoperta che può rivelarsi interessante. Nelle prime tre pagine, compare quasi esclusivamente un riferimento: “Gli anni rubati” di Settimia Spizzichino, reduce dai lager di Auschwitz e Bergen-Belsen. Per restare in tema di furti, a rubare l’esclusiva è un libro di […]

NO CARO RONCALLI, A QUESTI RAGAZZI DOVREMMO SOLO CHIEDERE SCUSA

No, caro Johnny Roncalli, non è una questione di compassione quella verso giovani che si sono imbattuti nel Covid. Non è fornire loro alibi, non è necessario rifarsi per forza alla guerra, alle carceri, alle tragedie vissute e tramandate dai nostri nonni e – personalmente – dai genitori e dagli zii per compatirli. Non ne hanno voglia nemmeno loro, non sono loro a chiedere di […]