Archivio Categoria: STORIA&STORIE

UN 25 APRILE DI SCUSE AI NOSTRI PADRI

Scusa papà, scusa nonno, scusa zio. Oggi sarebbe la festa in cui dovremmo solo dirvi grazie, perché il 25 aprile in fondo è la festa dei vostri ideali, delle vostre lotte, del vostro martirio, per regalarvi e regalarci la libertà, cioè una vita più bella e più giusta, senza tiranni e psicopatici che decidano cosa gli altri debbano pensare, leggere, studiare, dire, fare, ascoltare. Se […]

TUTTE LE MADONNE DEI NOSTRI GIORNI CHE DEVONO PIANGERE UN FIGLIO

La disperazione di una madre che piange la morte di suo figlio è identica ad ogni epoca e latitudine. Il pensiero mi ha colto la sera del venerdì Santo, rivedendo il “Gesù di Nazareth” di Franco Zeffirelli proposto da Rai Storia. Nella pellicola del 1977, Maria è interpretata da Olivia Hussey (già meravigliosa Giulietta Capuleti, in Romeo e Giulietta, sempre con la firma del medesimo […]

LE PALLE GIRATE DEI SOLDATI PIU’ CAROGNA

“HO LE PALLE GIRATE” è un’espressione ormai talmente diffusa da essere entrata a pieno diritto nei dizionari della lingua. La sua origine è peraltro generalmente ignorata. La si accosta ai “gioielli di famiglia”. In realtà ha poco a che fare con gli attributi maschili. L’origine dell’espressione sembrerebbe essere proprio militare (Mariano De Peron, Quando i soldati avevano le “palle girate”) e non è – se […]

LA MAMMA CHE SCAPPAVA DALLE BOMBE E MORTA SU UN’AUTOSTRADA ITALIANA

Khmelnytskyi si trova più o meno a metà strada tra Leopoli e Kiev, non proprio una cittadina minuscola, quasi trecentomila abitanti. Anche da lì si fugge, anche verso l’Italia, per raggiungere qualche parente o per raggiungere l’ignoto. Per scappare comunque, sempre che qualcuno non voglia per scrupolo sentire anche l’altra campana, per assicurarsi che le mamme e i bambini ucraini partano davvero in fuga dalla […]

PRZEMYSL NON E’ SOLO SALVINI: LI’ 244 ITALIANI A SCHIENA DRITTA DISSERO NO A HITLER

Vogliamo aggiungere qualcosa su Przemyśl? L’istinto direbbe di no, perché già tanto si è scritto, polemizzato, precisato e satirizzato. E poi, chi se la sente di pronunciare ancora una volta il nome di quella cittadina, che sa di medicinale? A ogni tentativo, ci ritroviamo la lingua attorcigliata attorno alle tonsille. Eppure, se portaste ancora un poco di pazienza, forse qualcosa di interessante e di utile […]

IL BUNKER DI LIBRI CONTRO LA GUERRA, LA METAFORA SUBLIME

Vedo l’immagine di una finestra. Un albero spoglio in avamposto e subito dietro una finestra divisa in due, uno spazio più grande e uno più piccolo, due vetrate affiancate. Oltre il vetro solo libri, una barricata di libri, pagine bianche, limpide, e pagine giallastre, consunte, più vissute. Dovrebbe essere la casa di Lev Shevchenko, urbanista di Kiev, che prova a creare il proprio bunker al […]

MA CHE RAZZA DI UOMINI SIAMO

Ogni settimana pubblico su tutti i miei profili social una vignetta umoristica, augurando “Buona domenica” ai miei followers. Stamattina ho postato due ragazzi che guardano le stelle e si interrogano con la domanda che ci attanaglia da millenni: “Siamo soli nell’universo?”. Nella seconda scenetta arriva un Ufo che risponde loro: “No, ma state sul culo a tutti”. Mi ha fatto sorridere quando l’ho scovata, poi […]

QUANDO L’ASSEDIO TOCCO’ AI RUSSI: C’E’ SEMPRE UN GRANDE LIBRO PER CAPIRE

Quello che adesso stanno provando i civili rintanati come topi nei budelli delle città, ma anche quello che stanno affrontando i soldati e i volontari che difendono la propria terra: oggi questa catastrofe sta dilaniando l’Ucraina, ma esattamente ottant’anni fa – non ottanta secoli – l’hanno provata proprio i russi, che oggi grazie a Putin la stanno infliggendo ai vecchi amici di allora. Sugli scaffali […]

QUELLE DUE DONNE SOPRAVVISSUTE IN MODO SURREALE ALLA MORTE

Marinella e Denise. Como e Roma negli ultimi giorni sono state accomunate dalla scoperta della morte di due persone, celate al mondo dopo il decesso. Una dimenticata, l’altra preservata per amore, così almeno pare. Marinella è morta più di due anni fa, ma nessuno se ne è reso conto. Un malore, un mancamento, chi lo sa, nessuna possibilità di chiedere aiuto e soprattutto nessuno che […]

RAYAN E JOSE’, BAMBINI CHE SALGONO E CHE SCENDONO DALLA GIOSTRA

Non è Mahamood. Non è nemmeno Morandi o Checco Zalone o Fiorello. Il vero mattatore del Festival è un minorenne, potente al punto di imporre anche la Ferilli al fianco di papino, di cognome fa Sebastiani e di nome, ahilui, Josè, non in omaggio al portoghese Saramago, scrittore illustre, ma al suo compatriota lusitano Mourinho che fece perdere la testa al padre del neonato. Costui […]

IL ROBINSON CRUSOE D’OGGI CHE SI E’ FATTO IL PARADISO ALLE SEYCHELLES

Navigando e leggendo, ho trovato su LinkedIn questa storia postata da Stefano Volpe, un formatore per la comunicazione personale che inonda il suo profilo di storie e biografie in pillole una più bella e interessante dell’altra. Come quella dell’inglese Brandom Grimshaw, che per 13.000 dollari ha comprato una piccola isola disabitata nelle Seychelles e si è trasferito lì per sempre. Quando Grimshaw aveva meno di quarant’anni, […]

65 ANNI, HAPPY BIRTHDAY CAROSELLO (MA DOPO, COSA TRASMETTEVANO?)

Me lo ricordo benissimo. Questo significa anche che io abbia l’età del dattero. Ma ho un alibi fortissimo, mio padre lavorava in Rai praticamente da una vita, quando si chiamava ancora Eiar, la Rai, non il mio genitore. Dunque ne aveva parlato a tavola mentre io bevevo l’acqua frizzante allestita con due bustine, una azzurra e l’altra rossiccia. Domenica tre di febbraio, anno millenovecentocinquantasette, arriva […]