Archivio Autore: Cristiano Gatti

UN ALTRO NEONATO SBRANATO: NESSUNO FERMA I CANI KILLER

L’ultimo martire, piccolo martire, è Michele, cinque mesi, affidato alla nonna dai suoi genitori usciti per la spesa, nel Vercellese. Il pitbull di casa l’ha rimandato al creatore prima ancora che potesse capire qualcosa della vita. Ormai non si contano più i casi (in contemporanea, la notizia che a Foggia un pitbull ha azzannato una bimba di 7 anni). E’ notizia ripetitiva, quasi di routine: […]

IL CINEPANETTONE TRAGICO

La retata che impallina presidente di Regione e burosauri di vario livello. Buste, appalti, fiches per giocare al casinò, figli da sistemare, bracciali d’oro. E soldi, sempre tanti soldi. Per finanziare la politica, e già che ci siamo pure la bella vita. Poi i nuovi inquisiti che recitano il copione a memoria, alla perfezione: sono sereno, aspetto che la giustizia faccia il suo corso, sono […]

COMUNQUE CE LA RACCONTINO, E’ IL 25 APRILE

Il bestiario è sempre più avvilente, ogni anno peggio. Sembra ormai che l’Italia ami ritoccare e manipolare la storia, come le svampite dal chirurgo plastico, prima ancora che leggerla, magari impararla e ricordarla. E comunque: per quanto ce la raccontino, per quanti cerchino di taroccarlo, è il 25 aprile. In tanti sappiamo che senza questa data non saremmo così. E a chi dice che magari […]

SOPRAVVIVERE SENZA AMADEUS

Dopo avergli tenuto le figlie come baby-sitter di fiducia, la Meloni si sta rivelando anche un’ottima agente per Fiorello: alla notizia della dipartita in senso buono del semidio Amadeus, la premiera ha immediatamente chiamato i suoi scagnozzi in Rai al grido Fiorello no, Fiorello non dobbiamo perderlo, costi quel che costi (dopo tutto non paga lei, paghiamo noi). Così almeno riferiscono le informatissime fonti romane, […]

INCONTENIBILE SANTANCHE’

Come impresa non è male: andare in Sicilia, proprio in Sicilia, Siracusa, Stati generali del cinema (mica la sagra del carciofo) e qui sparare lo sfondone dell’anno, in un anno e in un governo che pure vantano gente del calibro di Sangiuliano, lo scambista tra Londra e New York, ricapitolando, andare in Sicilia, la terra del Gattopardo, e fare la fenomena dicendo letteralmente così: “Il […]

IL VERO REATO DELLA SANTANCHE’ E’ ESSERE MINISTRA

Esultanza in zona Twiga e Billionaire perchè il Parlamento ha respinto la mozione di sfiducia contro la ministra Daniela Santanchè. Vince il garantismo, i disastri contabili della Santanchè imprenditrice sono ancora tutti da provare, il rinvio a giudizio ancora non c’è, dunque fermiamo subito la deriva forcaiola e lasciamola al suo posto. Messa così, è anche una soluzione nobile: non è giusto, in linea teorica, […]

TEST AI GIUDICI, MA IN PARLAMENTO SI VA SENZA LAUREA

Come schierarsi contro: più controlli e selezioni si fanno sui giovani giudici, più cresce la probabilità di reclutarli bravi. Dunque, niente da dire sul test psicoattitudinale (qualunque cosa sia, qualunque cosa voglia dire), purchè magari non finisca con le risposte a crocette su chi ha vinto l’ultimo Sanremo e sulla formazione del Milan anno 1964 (non è una battuta, purtroppo tante prove a test le […]

PROMEMORIA: SAINZ E’ QUELLO SCARTATO

Lo riconosco, non è elegantissimo ricordarlo adesso, in piena euforia patriottica, mentre immancabilmente si evocano riscosse del made in Italy e orgoglio nazionale. Ma è pur sempre dovere di cronaca, caso mai passasse inosservato. Così è: nel giorno della memorabile doppietta ferrarista in Australia, anche senza ricordare che comunque coincide con il ritiro di Verstappen, finito con i freni arrosto, comunque un problema suo che […]

UNA PREGHIERA A PUTIN: CON L’UCRAINA PRENDITI ANCHE PUPO

In un’altra vita, tanti anni fa, Pupo era un (pessimo) cantante che citavamo solo come macchietta per ridere tra amici. Da un po’ di tempo, grazie alla deriva trash della televisione – ma forse faremmo prima a dire dell’Italia intera -, è riaffiorato come opinionista e mezzo guru in giro per salotti, prontamente ripreso nelle interviste dei giornali che cercano il suicidio correndo dietro alla […]

NO SORA GIORGIA, LE TASSE NON SONO BRUTTE: E’ BRUTTO COME LE USATE

Con la sua voce più stentorea, la Meloni lo proclama solennemente: “Le tasse non sono belle, ma vanno pagate”. Eccetera eccetera. Però io mi prendo per buona solo la seconda, bisogna che tutti le paghino. Rifiuto invece categoricamente, rispedendola al mittente, la prima: le tasse non sono belle. Capisco benissimo lo spirito con cui lo dice la Meloni: indora la pillola, si arruffiana il popolo, […]

8 MARZO, DA UOMO A UOMO

Da uomo a uomo, oggi, 8 marzo. Da uomo a uomo dico che oggi, almeno oggi, bisogna dedicare un pensiero, almeno un pensiero, a lei. Alla grande compagna che abbiamo vicino e che ci ha resi uomini migliori, se c’è, se c’è ancora. Poi a una lei come Maria Montessori, come Chiara d’Assisi e Caterina da Siena, come Madre Teresa, come Margherita Hack, come la […]

CI TOCCA PAGARE DI NUOVO UNO STIPENDIO ANCHE A GILETTI

Se ne vanno sempre da martiri e da eroi. Martiri ed eroi della libertà. Se ne vanno sbattendo la porta, convinti che senza di loro la Rai fallirà nel giro di due settimane, o giù di lì. Il tono è quello. Vanno altrove a dare lezioni, a fare show del loro talento inimitabile, con l’aria inconfondibile degli insostituibili, come se i cimiteri non fossero pieni […]