LASCIATE CHE I GIOVANI VENGANO AL GURU FEDEZ

di CRISTIANO GATTI – Una volta c’erano i maestri. Figura generica, ma rassicurante sotto qualsiasi punto di vista: maestri di sapere, di saggezza, di vita. Potevano essere in famiglia, a scuola, negli oratori, ai campi scout.

Oggi è diverso: a quanto si legge, oggi i giovani talenti hanno bisogno di Fedez. Non faccio l’ipocrita: io Fedez lo mastico poco, ma dopo che una volta m’è capitato di vedere il video – virale, come no – della sua festa di compleanno in un supermercato, ho pensato che fosse lui ad aver bisogno di uno bravo. Invece mi sbagliavo: a quanto pare, lui sta già dall’altra parte, dalla parte di quello bravo che cura la maturazione dei ragazzi più lanciati in questo mondo wow, cominciando naturalmente dai calciatori.

Per spiegarmi meglio, cedo un attimo la parola a la Gazzetta.it:

“Sogni. Ma anche un pizzico di follia. E’ con queste premesse che nasce la collaborazione tra Fedez e Nicolò Zaniolo. Un rapporto che durerà (almeno) due anni e vedrà il talento della Roma seguito dalla Doom Entertainment, partecipata al 51% da Be ShapingTheFuture e, appunto, da Fedez. L’obiettivo è quello di far crescere il brand Zaniolo di pari passo con il calciatore. La nostra priorità – conferma il presidente di Doom, Stefano Achermann – deve essere quella della massima tutela dell’atleta, valorizzandone poi le molte doti. Nicolò da tempo era nel mirino di Fedez (!, ndr), che da parte sua soddisfatto aggiunge: “Mi fa molto piacere che proprio Nicolò sia il primo “nuovo acquisto” di Doom Entertainment: è un vero talento emergente, sostenuto da una grandissima caparbietà (dimostrata anche nell’affrontare e superare il suo infortunio) e dalla personalità solare ed entusiasta del ragazzo ventenne che è. È esattamente questa la visione che avevamo in testa quando abbiamo creato Doom: mettere una struttura professionale a supporto dei giovani talenti. Sono certo che lavoreremo bene insieme”. Ne è certo il procuratore di Zaniolo, Claudio Vigorelli, che con Doom collaborerà anche per altri atleti della sua agenzia: “È ormai innegabile l’importanza dei social come veicolo di trasmissione dei valori e della positività di una persona come Nicolò. Come suo manager, da tempo cercavo di individuare la strada giusta per questa parte del suo percorso. Quando abbiamo conosciuto Doom e la sua squadra abbiamo capito di aver trovato quello che cercavamo: la professionalità nell’approccio lavorativo e, soprattutto, il rispetto della sua personalità”.

E per chi volesse saperne di più, a seguire si specifica che “Personal Brand Building, Digital Comunication, Digital PR, sviluppo del Licensing, Realtionship Management sono solo alcune delle aree che vedranno la collaborazione del gruppo di Fedez e Zaniolo”.

E perchè non restino dubbi, in modo chiaro ed esplicito, questo il disegno globale, messo a chiosa: “Di concerto con la famiglia, Zaniolo si affida a Fedez per completare la sua crescita”.

Non aggiungerei altro. C’è chi cerca in Seneca o in don Milani – dico per dire a caso – una guida per completare la crescita, c’è chi la trova in Fedez. Non so perchè, ma continuo a nutrire più fiducia, per i figli miei e di chiunque, dei saggi di prima generazione. Però può davvero darsi che sbagli io. Forse ho bisogno di un Fedez.

Un pensiero su “LASCIATE CHE I GIOVANI VENGANO AL GURU FEDEZ

  1. Fiorenzo Alessi dice:

    Carissimo Dott. Cristiano Gatti,
    leggerla è sempre un piacere.
    Azzarderei “stimolante” se non fosse , visto il soggetto che lei vuole assurto al cielo dei maestri di vita, intendo evitare qualsiasi fraintendimento , o maligna interpretazione.
    Per restare in tema , non guasterebbe una bella esortazione: ABBIATE FEDEZ .
    Vuole mettere ABBIATE DON MILANI , oppure ABBIATE SENECA ?
    Non c’è gara.
    Dilettanti allo sbaraglio rispetto al prodigioso “valorizzatore”
    di doti nonchè integerrimo “trasmettitore” di valori e, udite udite, “rifinitore” della crescita di talenti giovanili quale si vorrebbe il calciatore Zaniolo.
    Con tutta franchezza, su questo FEDEZ , e tutti quelli di una simile pasta, io la penso come lei .
    O quasi .
    Visto che i miei VALORI (non si tratta di vil moneta, sia chiaro) non sono di sicuro gli stessi del Saggio Maestro , che i miei TALENTI temo di essermeli già ampiamente giocati e , questo è certo, vedo ardua una mia ulteriore CRESCITA, destinandolo ovviamente al Fedez di turno , mi azzardo a fare mio un emblematico invito di tale Principe De Curtis , in arte TOTÒ (non Schillaci ma quello vero ed inimitabile , lo dico a Zaniolo e FEDEZ che non abbiano a confondersi) : “ MA MI FACCIA IL PIACERE ! “ .
    Non serve aggiungere altro.
    Cordialmente.
    Fiorenzo Alessi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.