CENSURARE SUBITO IL CALCIO INGLESE IN TV: IL CONFRONTO CI UMILIA

E’ ora di intervenire. Duramente. La Federcalcio e la Lega di serie A devono impedire a Sky di trasmettere le partite della Premier League. Trattasi di spaccio di puro football, non tagliato, i pusher del Chelsea, dei due Manchester, dell’Arsenal, del Tottenham fino all’ultima del gruppo, sono portatori di un messaggio pericoloso, tossico, ogni partita di quel torneo è un viaggio, estasi dinanzi a qualcosa che abbiamo smarrito, perché i venditori nostrani continuano ad offrire merce scadente e scaduta.

Domenica, ad esempio, il derby di Manchester, al di là del risultato sul tabellino, ha mostrato un tipo di calcio che sta alla serie A come i Beatles ai Cugini di campagna, non dico i Maneskin proposti come roba buona.

Quasi in contemporanea con la partita inglese è andata in campo la sfida fra Juventus e Spezia e qui si è intuito immediatamente il rischio di avvelenamento, immagini di svenimenti al primo soffio, strilli da vecchie zitelle inacidite (si può scrivere o mi aspetto la protesta me-zit?), cascate di sputi come in nessuna altra disciplina sportiva, cori e insulti in piena linea e rispetto con quello che sta accadendo in Ucraina e dintorni.

Dunque la proposta di chiudere il canale Sky-Premier è seria, a tutela del nostro presepe incantato, così da poter proseguire nella propaganda pentole, in questa fornitura di fake football che tanto soddisfa, però fino alla dogana di Chiasso o Ventimiglia o del Brennero, perché appena mettiamo il naso di là, le buschiamo. Viva la serie A, restate con noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.