UN BUON MOTIVO PER NON VOTARE CASINI

Perchè votare Casini presidente? Sinceramente io non saprei. Però da oggi potrei esibire un motivo valido per non votarlo. Ce l’ha fornito lui, in piena trance agonistica, intervenendo nei sofisticati giochi di queste ore per arrivare al dunque. Un post su Instagram (perchè non si dica che non è giovanile e giovanilista, comunque non un vecchio dinosauro), con tanto di foto sua da ragazzo, mentre parla infervorato da qualche parte, in qualche assemblea, in qualche convegno, con un  messaggio strappacuore a fianco: “La passione politica è la mia vita!”. Punto esclamativo, e perchè non si dica che siamo provinciali, come diceva Totò, pure un cuoricino di ultima generazione da candidato 2.0, mica un vecchio rudere da prima repubblica.

Che c’è di male? Niente, proprio niente di male. Ma se io fossi un grande elettore, comunque anche piccolo, mi toglierei subito il dubbio se votarlo o no come nuovo Presidente della repubblica. Andrei sicuro sul no. Mai e poi mai potrei votare un tizio che dopo mesi di silenzio calcolato, per non farsi bruciare il nome nelle stupide e corrosive beghe preparatorie, secondo insegnamenti della prima repubblica, improvvisamente salta su in piena votazione per chiarire a tutti di quale pasta sia fatto lui. “La passione politica è la mia vita”, ci svela, con tanto di foto ragazzina negli anni dell’impegno giovanile. Come a dire ué, non confondetevi, io sono duro e puro, sono uno di razza, sono uno che deve diventare Presidente perchè ha tutte le carte in regola, non da oggi, non per finta.

Per come lo ricordo io, all’epoca della vera Dc, quando la Dc era la Dc, Casini era un ragazzotto per niente geniale e per niente originale che in mezzo a quei cervelli si confondeva sullo sfondo. Poi è vero che si cresce e si migliora, ma alla fin fine si può dire che Casini sia cresciuto per diventare la massima espressione, l’ultima, della Dc meno rimpianta, quella buona per tutti e per tutto, o magari per niente e per nessuno, non sapendo bene chi e cosa fosse, a parte Berlusconi che invece si è chiarito le idee fino in fondo, liquidandolo come “uno che tradisce sempre”.

In ogni caso: spero si trovi di meglio. Senza offesa per Casini. Se uno, durante le votazioni, non trova niente di meglio che pubblicare su Instagram la sua foto ragazza con tanto di frase a effetto, la passione politica è la mia vita, tipo excusatio non petita, tipo Vota Antonio Vota Antonio, significa che tanti altri meriti non ne ha. Per restare agli ultimi, Ciampi, Napolitano, Mattarella non hanno sentito il bisogno di promuoversi e di convincere nessuno, prima di essere eletti. Erano quello che erano, e agli elettori è bastato.

Se comunque alla fine Casini riuscirà a convincere i grandi elettori di oggi, bravo lui a fare la mossa giusta. E a noi toccherà tenercelo. Ma certo ci aiuterà una volta di più a capire di che livello siano il nuovo Presidente e con lui i suoi grandi elettori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.