TRANQUILLI, IN UCRAINA STANNO SOLO GIRANDO UNA FICTION

Dice il saggio che sarebbe meglio ignorarli, che più se ne parla e più si fa il loro gioco, che attirare attenzione a qualunque costo – costasse pure il ridicolo – è l’unico scopo di questi colossi del narcisismo.

Dice il saggio che bisognerebbe ignorarli, ma siccome la saggezza è un difficilissimo punto d’arrivo e io ancora ne sono ben lontano, sono pronto a fare il loro gioco e a riparlarne, perchè dopo tutto sono anche molto divertenti, nel loro genere. Quando li imita Crozza, che pure resta un talento grandioso, è difficile stabilire chi sia il più spassoso, se lui o l’originale. Diciamolo.

E comunque, la Commissione DuPre, che come tutti (?) sanno sta per “Commissione Dubbio e Precauzione”, si è palesata di nuovo a Roma sotto la guida dei leader ispiratori, i vari Freccero, Cacciari, Agamben, Mattei (strano non compaia ancora Red Ronnie). Naturalmente, la guest star è Orsini, il nuovo gigante del pensiero libero. Titolo dell’evento: “Dal coprifuoco pandemico al coprifuoco della ragione”. A seguire, la vignetta: “Prima vi ho tolto i diritti, ora vi porto in guerra”, sottotitolo ‘notizie dal Draghistan’ e la faccia di Mario Draghi col turbante talebano in testa.

Senza stare qui a fare resoconti lineari e dettagliati, basta pescare qua e là nelle sintesi dei giornali. Partendo dal presupposto che “La verità è la prima vittima della guerra”, ci si inoltra poi nelle specifiche letture sulla realtà degli ultimi mesi. “E’ la guerra della Nato”, “Il Green Pass è l’olio di ricino postmoderno”, “I vaccini modificano il dna come il 5G”, “Il golpe in Ucraina l’hanno messo in atto paramilitari nazisti addestrati dagli americani e foraggiati dal finanziere Soros”. Quanto alla resistenza ucraina, “è una fiction di Zelensky, fantoccio degli Usa, recitata con bombe finte e attrici bravissime”.

Questa la loro visione della realtà. Di fronte a verità tanto lampanti, noi possiamo solo provare vergogna e specchiarci nella nostra pochezza, prigionieri e sudditi di ciniche menzogne globali. Abbiamo questi intellettuali illuminati che si prendono la briga di spiegarci tutto a dovere, eppure continuiamo a tenerci le fette di salumi misti davanti agli occhi.

E’ ora che ciascuno si assuma le proprie responsabilità. Io vorrei proprio farlo, ma avendo appreso la lezione comincio a coltivare qualche dubbio. Ho sentito dire che Orsini parla così perchè è scappato da una casa di cura, che Cacciari picchia selvaggiamente la governante originaria di Leopoli, che Mattei prende i soldi dalla Corea del Nord e che Freccero ha problemi suoi, tante volte lo segnalano a Villa Borghese che apre l’impermeabile davanti alle mammine, con niente sotto.

A chi devo credere, a questo punto? Non è facile muoversi tra verità e propaganda, al giorno d’oggi. Tra realtà e fesserie. Se qualcuno ci sta, sull’onda di questa geniale idea della Commissione DuPre, fonderei un’altra Commissione. Commissione DuPal. Una cosa adeguata al livello.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.