SORRIDERE TRAGICOMICO

Tra tutti i modi immaginabili per onorare la morte di Luis Sepulveda, TGCOM24 ha azzeccato decisamente il più infelice. E il più tragicomico. Gli ha attribuito il capolavoro di Marquez, “Cent’anni di solitudine”.

E va bene, sono pur sempre entrambi esseri umani, sono pur sempre scrittori, sono pur sempre sudamericani. Eppure, resta comunque difficile confonderli. Ci vuole un particolare talento. O essere sempre cocciutamente girati alla larga da qualsiasi lettura.

Comunque bisogna sempre guardare il lato positivo delle cose, anche nei momenti più tristi: per fortuna Dante è morto da un po’, così non rischia di essere annunciato da TGCOM24 come indimenticabile autore dei “Promessi sposi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.