QUI ARISTON, OUTFIT DA OUTLET E PIANGONO TUTTI COME VITELLI

Ornella Muti era bella assai. Voci maligne dicono che anche lei debba fare i conti con gli anni che corrono via e dunque abbia fatto ricorso al bonus facciata. Il ritocco alla dentatura ha lasciato qualche traccia imprevista, anche la voce tende al rauco, forse c’è un raffreddore clandestino e mascherato. Lo spacco dell’abito, a mostrar la coscia chiara, è nostalgia pura e spiega molte miopie antiche.

La giacca dello smoking di Morandi sembra di seconda mano, qualunque riferimento è voluto.

Il tono nasale di Amadeus è degno dell’ex premier Conte: rivista di profilo, la nasta del presentatore chiarisce come si possa fumare anche sotto la doccia.

La taglia dell’abito di Mohamood è stata disegnata e cucita da un apprendista sarto che prima aveva lavorato alla catena di montaggio della Multipla Fiat. Il socio Blanco indossava una rete per la pesca delle vongole, probabile la loro vittoria finale causa titolo del brano (Brividi).

A proposito di outfit, come dicono quelli di Altamura, l’outlet dell’ultimo hare krishna che ha vestito Dargen D’amico ha chiuso per esaurimento merce, Achille Lauro ha evidenziato lo stato dell’essere ravanando con la mano l’apparato urogenitale, i Maneskin hanno pianto e qui si spiegano molte cose. Piangono anche Amadeus e Morandi, piangono tutti come vitelli, si segnala subito la tendenza di questo maschio nuovo che non si vergogna più di piangere. Fiorello però si ostina a farci ridere. Prendo Fiorello. Si replica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.