QUELLO CHE GLI YANKEE NON SANNO DI ROMA E DELLA ROMA

di TONY DAMASCELLI – “Aikonik”: pronuncia yankee, traduzione: Roma. Ecco che cosa è la città eterna per i nuovi padroni del football giallorosso, Roma è “iconica”, un aggettivo che riempie la bocca e affascina e droga la mente e la pancia dei tifosi della “maggica” a corto di titoli se non sui fogli sportivi.

Dan Friedkin (NELLA FOTO) è il nuovo boss, James Pallotta gli ha chiesto aiuto: “Houston, abbiamo un problema”. Friedkin viene dal capoluogo della contea dell’Harris nel Texas, ha un portafoglio di quattro miliardi e oltre di dollari, possiede un centocinquanta concessionarie automobilistiche in esclusiva, ha alberghi di lusso, produce film, ha l’hobby dell’aviazione, pilota aerei di ogni tipo e ha una collezione di velivoli americani da guerra, un capriccio ereditato da Tom, suo padre, che volava su un F4U Corsair interpretando se stesso in Accademia di Polizia 4. Dan ha fatto da consulente per le scene aeree di Dunkirk, gli Spitfire sono giocattoli bellissimi così come dovrebbe essere il pallone romanista. Ma l’Italia non è l’America, i Nando Meniconi sono roba da commedia cinematografica, l’iconica Roma di oggi sarà una sorpresa meno sacra e figurativa di quello che pensano e che molti americani ritengono, sognando Vacanze romane e affinità varie.

Friedkin dovrà dialogare con la Raggi e la sua orchestra; Ryan, il figlio destinato ad assumere il ruolo in loco, sarà oggetto di facile battuta, Salvate il soldato omonimo, scoprirà il mondo iconico dei Lotito e dei Preziosi, dei Ferrero e dei De Laurentiis, con quest’ultimo sarà derby hollywoodiano.

Il sogno romano e romanista resta tale, il Colosseo e il Gladiatore, per scoprire che il destino dipenderà da un calcio d’angolo. E’ la dura vita di chi mette soldi nel calcio e poi porta a spasso i cagnolini in calzoncini e maglietta, esibendoli alle banche come proprietà esclusiva e di assoluto valore. Ryan Friedkin dovrà dimenticare il classico WOW! Per imparare il più immediato AOO’!

Aspetto l’arrivo della Friedkin family a Ciampino, a bordo di un bombardiere Boeing B-29 Superfortress utilizzato nella guerra in Corea. Ideale e necessario per la campagna d’Italia e “de Roma”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.