QUELLA MONNEZZA GRIFFATA DA 1800 EURO A SACCO

Lo spagnolo Balenciaga, maestro della moda alta, scende in campo in favore degli uomini. Lancia il Trash pouch, per le famose casalinghe di Voghera sarebbe il sacchetto della spazzatura, in pelle di vitello e colori assortiti, nero, bianco e rosso, giallo e blu. Ovviamente dispone di due cordini che possono essere tirati per la chiusura doverosa.

Prezzo dell’articolo? 1790 dollari, dalle nostre parti 1800 euro, non proprio da buttar via, però trattandosi della proposta scandalosa, secondo usi e costumi di Balenciaga, non bisogna stupirsi. Le donne faranno a gara per scendere e scaricare la mercanzia nei cassonetti, esibendo il sacco come una borsa firmata e, infatti, l’articolo è firmato davvero, ha il suo bel logo e gli addetti alla raccolta sperano che qualcuno o qualcun, dopo serata mbriaga, depositi il tutto, contenuto e contenitore.

Non sono stupito. A Dubai ho visto e fotografato un cassonetto della spazzatura completamente rivestito dalla pelle della casa Louis Vuitton, queste le iniziali che confermano che esistono anche gli arabi imbruttiti.

A proposito delle iniziali, approfitto per ricordare una storica gaffe di un cronista milanese che al seguito di Luchino Visconti, in partenza per Parigi dalla stazione ferroviaria di Milano, descrisse i bagagli del grande regista come il massimo del dandismo: “Tutte le valigie portavano le sue iniziali, LV”. Luchino Vuitton, no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.