OPS, AMADEUS FA LA MORALE SU TUTTO MA DIMENTICA SOLO LA PEDOFILIA NELLA CHIESA

Razzismo? Fatto. Diversità di genere? Fatto. Mafia? Fatto.

La coscienza del Festival di Amadeus è a posto, bella pulita con l’applauso del pubblico pagante e no, in teatro e a casa, roba che acchiappa e chiude il cerchio.

Però resta un sospeso e qui mi viene il dubbio: ma di pedofilia non vuole proprio parlare nessuno?

Ma su preti e sulla loro orchestra officiante meglio non esporsi, non denunciare, non alzare il dito, meglio dirottare su argomenti paralleli, perché se Sanremo è Sanremo anche la Chiesa è la Chiesa e il Papa domenica sarà ospite da Fabio Fazio e di sicuro affronterà gli argomenti, razzismo, diversità di genere, mafia, migranti e vedremo se il conduttore insisterà sul tema dei minori stuprati, violentati, abusati da chi dovrebbe occuparsi dell’apostolato. ma a volte approfitta degli apostoli.

Peccato, Amadeus e la sua orchestra hanno dimenticato di sviluppare, ma nemmeno sfiorare il tema, Rai 1 omaggia quotidianamente il Vaticano e ci informa di ogni respiro di Bergoglio, l’undicesimo comandamento è non occuparti dei preti.

Andate in pace, il Festival sta per finire. Sarà per la prossima edizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.