NOTIZIE DELL’ONU?

In tutto questo, che ne è dell’Onu? Qualcuno ha visto in giro l’Onu? Qualcuno ha notizie fresche dell’Onu?

Già c’eravamo accorti che il ruolo, le funzioni, l’importanza della massima istituzione pacifica, nata proprio con l’intenzione di tenere il mondo in un certo modo signorile, s’erano persi per strada gran parte della propria efficacia. Almeno rispetto a quanto studiavamo nelle scuole di trenta o quarant’anni fa, quando riuscivamo persino ad affascinarci con questa romantica utopia di un palazzo (di vetro) in cui le più diverse diversità riuscissero a guardarsi negli occhi, a parlarsi e magari capirsi.

Strada facendo, ci siamo invece sorbiti la progressiva disillusione, passando dal sogno infranto alla penosa realtà dei fatti, con questo organismo in ginocchio davanti alle lune e agli interessi dei grandi, gli uni contro gli altri, ogni volta incapaci di trovare un accordo su niente, nemmeno su chi paga l’ultimo giro di caffè. Diritti di veto, paralisi generale, impotenza poverina. E là fuori gli attaccabrighe di mezzo mondo a fare il bello e il cattivo tempo, impuniti e impunibili.

Stavolta siamo all’ultimo stadio, al silenzio totale. Onu non pervenuto. Nemmeno ci prova più. Fuori servizio. O forse, game over.

Sono in gioco tutti, urlano tutti, Russia, Cina, America, Nato, Europa, ciascuno in modo diverso e a vario titolo, ma l’Onu finora non ha mandato nemmeno una cartolina, nemmeno un vocale.

Come ci siamo chiesti tante volte, è di nuovo il caso di chiedercelo: ha ancora senso un’Onu così? Da idea celeste a baraccone obsoleto? Nelle intenzioni e nelle intestazioni si chiamerebbe ancora Organizzazione delle Nazioni Unite. Ma forse la questione sta tutta qui: unire le nazioni sta diventando una missione al di sopra delle umane possibilità. E’ con un tremendo senso di delusione che bisogna arrivare alle conclusioni: basta la faccia storta di un Putin per vedere tutta la pochezza e l’inutilità dell’Onu.

Già, l’Onu: e chi se ne ricordava più. Esiste ancora l’Onu? E che fa, l’Onu?

Magari arriverà a tempo debito, con i suoi tempi, a una delle sue famose (fumose) “risoluzioni”. Magari a guerra finita, mentre i soldati tornano a casa.

Magari a questo punto è meglio farcene una ragione, una volta per tutte: sempre viva l’Onu, l’Onu è morta.

2 pensieri su “NOTIZIE DELL’ONU?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.