MEGHAN, NON SI PUO’ AVERE TUTTO DALLA VITA

di ALBERTO VITO (sociologo e psicologo) “Non fare niente è il lavoro più difficile di tutti ed è ciò che richiederà tutta la tua energia. Essere imparziali non è naturale, non è umano. La gente vorrà sempre vederti sorridere, annuire o aggrottare la fronte, ma non appena lo farai avrai dichiarato la tua posizione, il tuo punto di vista, e in quanto sovrana, questa è una cosa che non puoi permetterti di fare”

Questo è quanto afferma, nella serie televisiva di grande successo di pubblico e di critica “The Crown”, la regina madre Mary alla figlia Elisabetta, che si avverte impotente di fronte a una delle tante crisi sociali che ha dovuto affrontare.

Questa citazione mi è tornata in mente nel leggere dell’intervista “concessa” dal principe inglese Harry, ora Duca di Sussex, e dalla moglie Meghan alla giornalista televisiva Oprah Winfrey. Confesso che tale vicenda non mi appassiona. Anzi.

Dico soltanto: come si fa a non riconoscere che appartenere a una istituzione millenaria comporta tanti obblighi, incluso quello della discrezione? Anche la presunta accusa di razzismo mi sembra sostanzialmente pretestuosa.

Nascere nella famiglia reale è, per definizione, un affare di Stato. Il tema, semmai, è l’adeguatezza delle persone alla complessità del loro ruolo sociale che, talvolta, è imposto per nascita, ma spesso è ricercato e fortemente voluto, vedi proprio Meghan. Tranne poi lamentarsi per la situazione cui si è costretti a vivere.

La citazione cinematografica mi sembra perfetta. Tra l’altro, per inciso, vale anche per gli psicoterapeuti. La tensione verso la neutralità, la capacità di metter da parte le proprie emozioni, l’arte di saper aspettare, non intervenire in modo precipitoso solo perché incapaci di tenere a bada la propria ansia, sono tra i compiti più difficili da imparare per chi fa questo lavoro.

E’ del tutto evidente che, quanto più è importante il ruolo che si occupa, tanto maggiori sono le imposizioni, formali e sostanziali, a cui bisogna sottostare. Il potere, quello vero, non significa fare e dire quello che si vuole.

“La potenza senza il controllo è nulla”, recitava un bellissimo slogan pubblicitario di qualche anno fa. Quest’insegnamento va ripreso. C’è sempre più bisogno di controllo e autocontrollo.

Insomma, i lamenti di Meghan non mi piacciono. O, forse, sto solo invecchiando. Per questo sono sempre meno a favore delle innovazioni e inizio a parteggiare per il rispetto delle tradizioni.

Precedente LA FARSA STORICA DI "IMMUNI" Successivo L'OMBRA LUNGA DEL THAILANDESE

Un commento su “MEGHAN, NON SI PUO’ AVERE TUTTO DALLA VITA

  1. Francesco il said:

    Non sappiamo quanto sia “reale” la storia. Chiedo scusa per la battuta involontaria. Certo che non si inventa tutto dal nulla. Qualcosa di vero c’è, e se l’esperienza Lady D aveva già delineato, retroscena inquietanti, sullo stile di vita e di comportamento della famiglia reale, questa diventa per me una pistola fumante. Si,il tuo giudizio appare un tantinello conservatore. Ma ovviamente rispettabile.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.