LA LEZIONE DI CIVILTA’ DEL LAZIO: VACCINAZIONE AGLI AUTISTICI

Una notizia che diventa anche una lezione di civiltà. Dal Lazio al resto d’Italia. Una lezione per chi abbia l’intelligenza di ascoltarla. E magari anche capirla.

<Avvio delle prime vaccinazioni presso il Policlinico di Tor Vergata, tra le prime strutture in Italia, rivolte agli autistici gravi e ai loro caregiver.

Presenti l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, e il Direttore Generale del Policlinico di Tor Vergata, Giuseppe Quintavalle, ed il Rettore Orazio Schillaci.

“Un atto di attenzione importante ai pazienti con grave disabilità e ai loro caregiver in risposta all’appello lanciato dalle maggiori associazioni che difendono i diritti delle famiglie con persone disabili a carico. Nei prossimi giorni con l’arrivo delle altre dosi verrà estesa la vaccinazione” ha dichiarato l’Assessore D’Amato.

“Ritengo di prioritaria importanza offrire ai pazienti più fragili un percorso di cura dedicato che tenga conto delle singole specificità in un’ottica di presa in carico complessiva, dei pazienti e delle loro famiglie” ha commentato il Direttore Generale del Policlinico Tor Vergata Giuseppe Quintavalle. “Come Policlinico ad elevata complessità assistenziale siamo da sempre impegnati in prima linea per garantire ai soggetti più vulnerabili l’accesso alle cure e in particolare, in questo momento, al vaccino anti Covid”.

“Mi congratulo per la tempestività del setting di accoglienza e di somministrazione” ha commentato il Rettore Schillaci.

“Siamo orgogliosi di aver iniziato questa attesa attività per i nostri pazienti. Grazie a tutta la equipe che ha consentito lo svolgimento regolare della vaccinazione e grande soddisfazione da parte delle famiglie” dichiara il Dott. Luigi Mazzone, direttore della Unità di Neuropsichiatria Infantile>. (ANSA).

Precedente E IL PAZZO SAREBBE LUI, BIELSA Successivo MA IO, DONNA, LO DIFENDO

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.