GLI EROI ITALIANI CHE NON VOGLIONO IL REDDITO DI CITTADINANZA

E poi dicono che pensano solo al reddito di cittadinanza. Molti ragazzi vengono bollati come dei bamboccioni smidollati, e se ti va bene vai a far parte di quella generazione che generalmente viene catalogata tra gli “sdraiati”, ma non tutti sono così. C’è una nutrita schiera di ragazzi e di persone più attempate o bianco criniti che con le mani in mano non ci sanno proprio stare. Possono avere diplomi o lauree nel cassetto, ma si prestano a fare qualsiasi tipo di lavoro pur di non stare in casa a ciondolare.

A molti di loro è stata chiusa una porta in faccia, ad altri è stato consigliato garbatamente di andare a scopare il mare, tantissimi hanno accettato il consiglio e si sono messi tutti i fila per un posto di spazzino. È accaduto a Napoli, per vincere il concorso e lavorare come operatore ecologico nell’“Asia”, la più grande azienda di servizi di igiene ambientale del Sud.

Sul piatto cinquecento posti a disposizione, per 26.114 candidati che si sono presentati “ai blocchi di partenza”. Di questi ventiseimila oltre mille hanno una laurea, 10.445 un diploma di scuola media superiore, la maggior parte possiede la sola licenza media. I candidati che superano i 50 anni sfiorano quota 3000.

«Io proprio non ho capito il criterio; tante domande per andare a scopare le strade?», dice Luisa all’inviata de “La Stampa”, «se non so chi ha vinto il festival di Sanremo o non ho visto i film sui pirati non sono idonea al lavoro di spazzino?».

In 26000 per 500 posti di spazzino, alla faccia del reddito di cittadinanza, dei soldi sicuri, di tutta una narrazione che ormai vuole far passare l’idea – per altro passata – di persone che pensano solo a tirare a campare, senza mai mettersi in gioco. Forse questi 26000 italiani sono solo una piccola parte della popolazione, ma è anche giusto mostrarli e raccontarli, senza spazzarli via, con un semplice colpo di ramazza.

Un pensiero su “GLI EROI ITALIANI CHE NON VOGLIONO IL REDDITO DI CITTADINANZA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.