GESU’ FACCI LA GRAZIA, NASCI DUE ORE PRIMA

di TONY DAMASCELLI – Boccia Francesco. Segnatevi cognome e nome. Trattasi del ministro per gli affari regionali e le autonomie. Non si sa bene che cosa sia, ma l’incarico è in essere e lo stesso Boccia Francesco ha confortato la missione con un paio di ultimi interventi memorabili.

Innanzitutto ha detto che ipotizzare cenoni e affini per Natale è fuori luogo perché molti di quelli che oggi lo chiedono, a Natale forse non ci saranno più, dunque entrando a piedi uniti sulle speranze di vita dei compatrioti, poi, affrontando il problema della messa di mezzanotte che annuncerà la nascita del bambin Gesù, ha proposto di anticipare di un paio di ore l’evento, in modo da rispettare le regole. Idem come sopra, presumo, per San Silvestro, spumante, panettone e lenticchie, viva il 2020, ma alle dieci di sera e poi tutti al domicilio coatto.

Per fortuna Cenerentola non ha avuto a che fare con i Boccia delle favole ma penso anche che, viste le scene offerte dalla folla napoletana giovedì sera, si potrebbe tentare di sostituire sulla greppia il Bambin Gesù con un’altra divinità che risponde a Diego Armando Maradona, per il quale sono saltate tutte le marcature, in campo e per strada.

Questa non è una bestemmia e nemmeno un insulto a Diego, che ormai è passato. Ma una semplice risata per l’idea ministeriale. Non so che cosa faccia ogni sera Boccia Francesco all’ora fatidica. In attesa di riuscire a campare fino a Natale, gli suggerirei la visione di un bel film, tipo “Fuga di mezzanotte”. Anzi, delle ventidue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.