CINISMO BRITISH

di CRISTIANO GATTI – D’altra parte sono eternamente convinti che l’Europa sia una grande isola al largo del loro continente. In questa realtà capovolta, che vede l’Inghilterra al centro del sistema solare, gli inglesi non potevano smentirsi proprio stavolta. Mentre tutto il mondo prova a proteggersi dal Coronavirus, anche con colpevole ritardo, loro scelgono una soluzione alla rovescia: venga pure avanti, il contagio, faccia quello che deve fare, così alla fine noi svilupperemo l’immunità di gregge e lo fregheremo alle spalle.

E’ un’idea. Quanto costerà, andrà misurato più in termini di morti che di soldi. Ma è tutto previsto e tutto calcolato. La normalità del Regno Unito, le sue attività e i suoi profitti, vale bene qualche vittima. Un sacrificio ragionevole. Anche perchè, come dimostra il resto del mondo, saranno spazzati via soprattutto i vecchi e gli inutili. I più fragili, i meno forti.

In sé, il ragionamento non presenta sbavature. E’ un calcolo algebrico molto semplice: si paga un prezzo equo e si salva l’affare. E’ cinismo anglosassone? Ne ha tutte le sembianze. Però sbaglieremmo a classificarlo con le solite categorie mentali, un po’ ironiche e un po’ sprezzanti, sulla solita originalità stravagante degli inglesi.

Sarebbe il caso che noi, eredi del mondo classico e dell’umanesimo, usassimo per una volta le parole giuste e ferme che il caso di merita: per dirla tutta, senza girarci tanto attorno, ha i contorni chiari e semplici dell’orrore.

Dipende certo dai punti di vista. Per noi vale sempre – o quasi sempre – la famosa logica del Talmud, chi salva un uomo salva il mondo, significando che ogni singola vita va curata e amata fino all’estremo. Niente di più, niente di meno. Senza se e senza ma.

L’altra visuale, la visuale british di questi giorni, è comunque antica quanto il mondo: ci parla di un mondo che si meritano solo i superuomini, quelli sani, efficienti, produttivi. Soprattutto produttivi. Tutto sommato, macchine da soldi. E quando si esce da questa categoria, passando tra i vecchi o tra i malati, cioè tra gli improduttivi e i pesi sociali, vada come vada: prima ci si leva di torno, prima si libera spazio e prima si risolve la seccatura sociale.

Tanti auguri ai sudditi della regina. Già l’idea di adorare questa definizione – sudditi di qualcuno o qualcosa – la dice lunga sulla loro cultura e sulla loro mentalità. Questa dell’immunità di gregge in definitiva è solo una delle naturali declinazioni di quel mondo cinico e calcolatore, che non concede molto spazio a valori come pietà e compassione. E anche se gli italiani da anni fanno la fila per trasferirsi da quelle parti, continuo a pensare che sia una fortuna essere nati da questa parte. Dove ancora, se muore un vecchio, comunque è un dolore senza calcoli e senza misure. E’ dolore e basta.

Un pensiero su “CINISMO BRITISH

  1. Giovanna De Canio dice:

    La normalità del Regno Unito ? Salvare il profitto perché questo “val bene bene una messa” al bando di vecchi, di esseri umani fragili e meno forti. Una mentalità da usa e getta che definire raccapricciante è limitativo; grazie a Dio, il mare divide noi italiani da questa isola dell’orrore !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.