Archivio Categoria: TONY ACUTI

CHE STRAZIO TIKI-TAKA E POSSESSO, BISOGNA OBBLIGARLI A TIRARE (COME NEL BASKET)

Proposta decente: introdurre nel calcio la regola dei 30 secondi, poi ridotti a 24, della pallacanestro: poi bisogna tirare, obbligatorio. Non ne posso più di un tiki taka indisponente, eterno, un tempo chiamato melina, e spiegherò anche l’etimo, poi divenuto un modo di giocare, anzi di non giocare. Innanzitutto un riepilogo della regola suddetta, introdotta della Federazione internazionale della pallacanestro nel 1956, in occasione degli […]

SONO I GRANDI SOLISTI CHE FANNO VINCERE (E PERDERE)

Improvvisamente. Avverbio non previsto al Maradona. La vittoria del Milan è come una scossa elettrica violenta che ha steso il Napoli e ha l’onda lunga verso i doppi quarti di finale di Champions, tra Milano e Napoli. Messaggio per quelli che scrivono e dicono che serve l’orchestra, la squadra, il collettivo: senza il killer Osimhen il gioco del Napoli ha smarrito la perfidia e la […]

FANFARE PER L’IMPRESA AZZURRA A MALTA

Buone notizie da Attard, villaggio maltese dove l’Italia di Mancini, dopo aver cantato più volte Dov’è la vittoria, infine l’ha trovata senza porgere la chioma. Questa – la chioma – è proprietà del cittì azzurro molto nervoso (gli è scappato in diretta internazionale un porca tro.. e potrebbe essere accusato di sessismo), l’ inquietudine ha finito per scuotere la zazzera, un ondame reduce da una […]

E PER MANCINI MERITAVAMO IL PARI

Da la mano de Dios a la mano di Di Lorenzo, un attimo. Vendetta della perfida Albione, fischi e fiaschi al Maradona di Napoli dove la gente ha uheggiato contro l’inno inglese deturpato da tale Ellynora, per poi scaldarsi al Canto degli Italiani trasformato in rap dalla coppia anema e (hard)core Clementino-D’Alessio. Bella serata, cabaret prima del fischio del mediocre arbitro serbo, poi l’Inghilterra ce […]

APPLAUSO ALLA LAZIO CHE BUTTA FUORI A VITA I NAZISTI DEMENTI

Individuato il figlio di Hitler, nel senso della maglietta laziale con il cognome dell’idiota e, in aggiunta, il numero 88, corrispondenti al raddoppio della lettera ottava H, dunque Heil Hitler, quelle finesse, meglio quelle stronsesse. Trattasi di un tedesco, ça va sans dire, esibizionista all’Olimpico di Roma durante l’ultimo derby. La Lazio – per una volta applauso doveroso ai club – ricorre al codice deontologico […]

SIMPATICI DERBY D’ITALIA

Dice: però il calcio italiano si è riscattato nelle coppe europee, parlano di noi, siamo orgogliosi. Poi rientrati alla dogana di Mendrisio arieccoci con il Var fottuto, gli arbitri venduti, le risse in campo, le zuffe negli spogliatoi, gente ignuda, trattasi di capitano “daaRooma”, che urla faccia di m.. all’ex milanista oggi laziale, insomma Mancini e Romagnoli, quindi il portoghese special meno 24 (dal Napoli) […]

LA BARZELLETTA DEL CALCIO PER FAMIGLIE

Sono quattrocento. I tedeschi. Forse seicento. Poi c’è la ciurma nostrana, segnalati gruppetti da vari quartieri nobili della tifoseria italiana, a sostegno: l’adunata scarica la propria violenza su tutto quello che capita a tiro, dunque lancio di bottiglie incendiarie e affini verso le auto della polizia, vetrine, di commercianti e di uffici, in frantumi, cassonetti dell’immondizia ribaltati e dati alle fiamme. I black bloc del […]

NASCE SU UNA MONTAGNA DI SOLDI IL MONDIALE INCLUSIVO (ANCHE PER BROCCHI)

Che peccato non ci siano più Gennaro Oliveri e Guido Pancaldi con i loro fischietti. Gianni Infantino, svizzero come i due storici giudici, ha annunciato la prossima edizione di Giochi senza frontiere, sorry coppa del mondo Fifa, squadre 48, raduno il 25 maggio, si giocherà fino al 19 luglio, totale partite 104, 40 in più della favolosa edizione in Qatar. Mondiale diviso, per motivi elettorali, […]

LINEKER ITALICO CERCASI

Gary Lineker ha smaltito due giorni di squalifica, la prima nella sua carriera, da calciatore nemmeno un’ammonizione, tra Leicester, Everton, Tottenham, Barcellona e Nagoya Campus, 569 presenze, 281 gol, oltre alle 80 partite in nazionale e le 48 reti. Ma la sospensione (per aver commentato come naziste le leggi del governo sull’immigrazione) è stata decisa da Bbc che, nel giro di quarantotto ore, ha poi […]

AL TAR E AL VAR PREFERISCO IL BAR

Siamo di nuovo qui a rimenarcela con il Var e con il Tar. Cambiando la prima consonante non cambia il risultato, una chiavica totale, una farsa che accende animi giù surriscaldati. Il calcio non riesce a migliorare la propria educazione, osserva un minuto di silenzio, si inginocchia, prega e poi partono le bestemmie, si viene alle mani, i cori cantano insulti e il devi morire […]

PERCHE’ IN ITALIA NON SI PUO’ DIRE CHE ELKANN STA TUMULANDO L’EPOPEA DEL NONNO

Trionfale domenica in casa Elkann. La Ferrari di Leclerc si ferma per spegnimento del motore in Bahrein, la Juventus di Allegri va fuori giri a Roma, totale: un disastro annunciato, però tenuto sotto vuoto come si usa con la vettura di Maranello e il gruppo calcistico di Torino. In entrambi i casi la proprietà non fiata, l’Ingegnere è occupato su faccende più serie di un […]

KVARA, OSIM E DI MARIA: IL RESTO E’ UN CARNEVALE PAESANO

Il calendario della serie A è stato elaborato da un computer difettoso sfuggito al controllo di un gruppetto di ubriachi. Come inizio non è male, ma è la fotografia esatta di quello che accade nel nostro meraviglioso campionato di calcio. Si gioca in quattro giorni diversi, pur in assenza di coppe europee, si anticipa e si posticipa con l’alibi degli impegni del giovedì, ma all’estero […]